Il risveglio dell'Energia ONO ZONE

 

Parlando con il Maestro Sarhuma di Erks

 

Mi diceva il maestro Sarhuma che esiste una civiltà dispersa nel cosmo, e che si tratta dei rimanenti cosmici che, senza nulla sapere della loro origine, vivono in questo pianeta tranquillamente inseriti nella nostra società.

Oggi più che mai queste persone sentono "una chiamata" interiore che dai piani più sottili li sta chiamando a risvegliarsi verso una realtà che gli è propria, e sentono che il vecchio stato delle cose non appartiene più loro.

Affermava sempre il maestro Sarhuma che questo richiamo è il "contatto maggiore" per questi tempi e che per questi individui l'ora sta per scoccare, giacché molti di loro non ce la fanno più a sopportare tanta negatività e disarmonia.

La "Fratellanza Intergalattica", in risposta al governo centrale di Shamballa, decide di riscattare il pianeta Terra dal dominio delle Forze Negative, che tengono l'intera umanità in uno stato di tensione e di terrore, per controllarla e dominarla con la minaccia costante di un olocausto atomico.

Allora è la stessa Fratellanza Bianca Universale che con la volontà e il potere della Luce li convoca, prima nei piani del sogno e poi direttamente per risvegliare loro la coscienza fino ad un incontro reale.

Dalla città di Erks, che si trova in Argentina e che risponde alla Gerarchia della Fiamma Azzurro-Viola, partono direttamente queste chiamate silenti verso tutti coloro che hanno gli attributi del Logo Solare e non lo sanno.

Anticamente i protagonisti dei miti e delle leggende attraverso cui viene narrata la storia dell'Umanità, erano dei semidei ed eroi e questi personaggi oggi partecipano alla storia contemporanea integrati come discendenti diretti di questi antichi padri.

Quasi nessuno di questa linea di sangue sa di appartenere ad una razza di dei e che il loro codice genetico è ben diverso da quello delle persone normali.

Gli antichi greci dividevano l'Umanità in tre categorie:

  • la prima era costituita dai Figli degli uomini, persone comuni molto forti e desiderose di lavorare la terra coltivandola, di accudire animali e di pensare soprattutto alle derrate alimentari;
  • la seconda era quella degli eroi, figli degli dei e degli uomini, ed erano guerrieri che difendevano la comunità da attacchi esterni e mantenevano l'ordine e la disciplina;
  • la terza categoria, infine, era quella degli dei, e questi erano filosofi, sacerdoti e politici che si dedicavano al comando e al governo per servizio, ma soprattutto si votavano allo studio dell'uomo e delle scienze astratte. Nessuno poteva fare a meno dell'altro, formando così una magnifica simbiosi.

In questi ultimi tempi l'uomo ha perso completamente la propria identità. C'è stato un grande mescolamento che ha creato squilibrio e confusione. Tutti vogliono appartenere alla terza categoria senza esserlo e questo crea conflitti, perché si occupa un posto che non corrisponde alla realtà.

Così il contadino vuole governare, lo stesso si dica dei militari, e tutti vogliono essere dirigenti, manager. Allora il militare che sta al potere è ovvio che faccia la guerra, mentre i preti fanno affari e anch'essi vogliono governare immischiandosi negli affari di stato ed interferendo nelle decisioni.

Adesso nel mondo non comanda più il più saggio, ma il più ricco, che cura i propri interessi e quelli della sua categoria creando una confusione madornale ed uno squilibrio totale.

Una volta, tanti secoli fa, c'erano scuole di saggezza, ordini spirituali e religioni che avevano come compito quello di formare "uomini giusti" campioni, eroi, filosofi, così questi occupavano posti di potere salvando le popolazioni dal caos e dal disordine spirituale.

Adesso, invece, gli uomini non credono più nemmeno in sé stessi. Hanno perso la fede, hanno dimenticato l'Arte e tutto diventa banale e mediocre.

Così gli eventi si susseguono giorno dopo giorno generando nelle genti ansie, paure, sfiducia, e alimentando le più basse emozioni. Questo stato di caos mina le coscienze, dando luogo a malattie e squilibri psichici.

Completando il panorama, ci "bombardano" con notizie negative, di morti, disastri ecologici, miseria e fame e soprattutto di guerre e di terrore.

In questo impasto di situazioni disarmoniche l'ambiente, il clima e l'atmosfera sono un riflesso dello stato confusionale dell'Umanità provocato dall'uomo stesso. "Come è dentro l'uomo, cosí è fuori!".

Una nuova energia, chiamata "ONO ZONE" dal maestro Sarhuma ha iniziato ad emanare da Erks per riportare il pianeta al cambio maggiore per questi tempi.

ono cropQuest'energia che parte dal Sole e passando per questo punto della Terra si trasforma in Luce avendo delle speciali caratteristiche femminine, provocando in tutti un risveglio collettivo verso il trascendente, equilibrando gli opposti per avviarci verso l'androginia spirituale.

Si intuiscono già nuove scale di pensiero e molti, presi in questa frequenza, iniziano a cercare nella metafisica una risposta al loro sentire.

L'uomo inizia a guardare verso il Cosmo e già sono molti coloro che hanno ricevuto "le chiavi" per l'attivazione dello stato cosciente del cervello, e sta arrivando il momento in cui questa Luce non potrà occultarsi più, come accade attualmente, e prima o poi la Verità affiorerà nel cuore e nel cervello dell'uomo integrando così i due emisferi.

Si riallacceranno nuovamente i rapporti con gli spiriti della Natura, evitando così incendi di boschi e foreste; per proteggere le acque dei fiumi e dei mari i tre Regni dovranno nuovamente imparare a convivere e condividere questo pianeta che appartiene a tutti nella stessa misura e soprattutto dovremo rispettarci e amarci reciprocamente.

Adesso, illuminato dalla Luce della Città dimensionale di Erks-Shamballa un nuovo mondo sta nascendo, si prende coscienza pian piano e già si percepiscono all'orizzonte i bagliori di una nuova realtà: è l'Aurora della Gioventù che sta nascendo, è l'Arcadia che rinasce dalle suo ceneri come l'Araba Fenice irradiando la sua luce dall'Occidente e non più dall'Oriente.
La Nuova Realtà è già in atto, svegliatevi dormienti.

di Alfredo Di Prinzio

 

kuthumadierks.com - 1 ottobre 2002

  TORNA ALL'ELENCO DEGLI ARTICOLI DI ERKS

 

 

cerro uritorco

 

In questo sito utilizziamo i cookie per fini statistici, senza immagazzinare informazioni personali. Continuando la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie.